Gli strumenti per crescere su Facebook - manuelpieragostini.it

Gli strumenti per crescere su Facebook

E’ ancora possibile crescere su Facebook. Grazie ai suoi numeri Facebook è tutt’ora considerato un’ottimo canale sul quale impostare una determinata strategia di marketing.

Nonostante negli ultimi periodi è aumentato l’interesse verso gli altri social network come Instagram (leggi il mio articolo sull’Instagram Marketing) e, data una maggior attenzione ai contenuti video, di YouTube (puoi trovare delle informazioni utili al riguardo qui: Come Gestire Bene Un Canale Youtube), comunque sia Facebook risulta comunque una scelta da inserire nella nostra campagna di marketing.

Il marketing su Facebook non può esser uguale per tutti, così come non lo è il marketing tradizionale o in qualsiasi altro social network.

Considerazioni preliminari

Il marketing su Facebook varia in base agli obiettivi, in base al settore, in base al mercato di riferimento (locale, nazionale, internazionale?), in base al tipo di attività (online o offline?), ecc.

Ciò che davvero può accomunare le strategie di successo è il tipo di approccio (ascolto e conversazione) e la modalità di coinvolgimento degli utenti. 

La vera comunicazione su Facebook è quella che si propaga da persona a persona grazie alla facilità di condivisione dei contenuti. I contenuti che generano maggior interesse e risultano estremamente utili, interessanti, divertenti, possono potenzialmente diffondersi a macchia d’olio generando quello che viene chiamato effetto virale del passa parola e che permetteranno di crescere su Facebook.

Coloro che invece comprendono a fondo le dinamiche psicologiche che regolano la comunicazione e la vita su Facebook hanno maggiori possibilità di implementare strategie di successo anche a lungo termine ed a bassi costi.

Si deduce quindi che per avere successo professionale su Facebook la prima regola è parlare con le persone e non alle persone, che porterà a generare fiducia ed interesse in ciò che stai comunicando ma soprattuto darà il via ad un passaparola che porterà solo che benefici alla tua attività.

Gli strumenti per crescere su Facebook - manuelpieragostini.it

Strumenti a disposizione

  • Post. La possibilità di condividere foto o video, già di per sé persuasivi, con testi più o meno complessi che possano descrivere al meglio un prodotto, un servizio o comunicare qualcosa in modo chiaro e preciso.
  • Commenti. Perché sono importanti? Perché è il mezzo attraverso il quale abbiamo un contatto diretto con i nostri clienti e viceversa. Come già detto, Facebook si basa proprio sul dialogo (virtuale) con le persone, e non c’è cosa migliore che la possibilità sia di dare voce ai nostri fan, sia di avere la possibilità di controbattere, instaurando così un rapporto sempre più stretto che porterà molto probabilmente benefici al nostro business.
  • Like. Servono principalmente ad attirare l’attenzione. Ma anche a creare un primo semplice contatto utenti che in futuro potrebbero trasformarsi in clienti. Attraverso un like si può far convergere l’attenzione di chi ha ricevuto il like verso la nostra pagina Facebook per esempio, che verrà visitata magari per curiosità e per qualche secondo, ma sarà comunque sufficiente per farsi minimamente conoscere. Ovviamente i like non vanno usati a caso, ma con criterio.

Quindi?

Ok, questi sono gli strumenti principali da usare per crescere su Facebook, ma come li applico?

La prima cosa da fare (supponendo che già hai un account su Facebook) è quella di creare una pagina aziendale che, anche se può sembrare banale, NON è un profilo.

Usare il tuo profilo Facebook personale per promuovere i tuoi prodotti o servizi non solo è un rischio, dato che Facebook potrebbe penalizzarti, ma anche poco utile se vogliamo veramente darci dentro con un buon marketing.

Il passo successivo da fare è prendersene cura a livello professionale.

Prima ancora di riempire la pagina con dei contenuti, fai attenzione a riempirla con tutte le più importanti informazioni sul tuo business tipo orari, email, indirizzo, categoria dell’azienda, ecc, o modificare l’URL della pagina inserendo magari il nome della tua attività (nota: potrai farlo solo dopo aver raggiunto almeno 25 like) per farti trovare ancora più facilmente e crescere su Facebook ancor più velocemente.

Concentrati anche sull’aspetto estetico, foto profilo e copertina in primis. Informazioni e grafica dovranno essere più precise ed efficaci possibile.

E’ bene aggiungere una call-to-action, attivabile nella home della tua pagina aziendale, utilizzando una delle diverse opzioni che mette a disposizione Facebook, come ad esempio “prenota subito”, “chiama ora”, “contattaci”, e così via.

Fatto ciò puoi cominciare a riempire la pagina di contenuti, definendo la frequenza delle publicazioni e fissando in alto i post più importanti.

Inutile dire che devono essere di qualità. Che si tratti di foto, video o testi, devono essere in grado di attrarre il pubblico di riferimento al quale stai puntando, trasformando i visitatori in fan (mettendo il like alla tua pagina), incentivandoli e coinvolgendoli (il cosiddetto engagement), offrendo non solo contenuti di valore ma anche, perché no, codici sconto e piccoli regali inerenti a ciò che vendi/offri ed utilizzando gli strumenti sopra descritti (interazioni con like e commenti).

Condividi, inoltre, i post del tuo blog sulla pagina Facebook, per far sì che la pagina acquisti maggior interesse e per dare una maggior visibilità ai tuoi blog post.

Inoltre, se vuoi aumentare l’engagment, prova a creare dei contenuti video che possano appunto catturare maggiormente l’attenzione degli utenti, facendoti ottenere maggior visibilità dato che l’algoritmo di Facebook predilige contenuti più attraenti.

Puoi pensare dunque di gestire il tuo canale YouTube in modo professionale o comunque organizzato. Se vuoi qualche consiglio, come accennavo all’inizio, ho scritto un articolo che parla proprio di Come Gestire Bene Un Canale Youtube.

Come crescere su Facebook - manuelpieragostini.it

Non è gratis!

Condividi, inoltre, i post del tuo blog sulla pagina Facebook, per far sì che la pagina acquisti maggior interesse e per dare una maggior visibilità ai tuoi blog post.

Da questa fase in poi il social non sarà più gratis e per crescere su Facebook dovrai aumentarne l’impegno.

E non sto parlando della pubblicità a pagamento che si può attivare, come in ogni altro social, con Facebook Ads, che non è argomento di questo articolo, ma sto parlando del tempo che dovrai impiegare tu o i tuoi collaboratori a gestire la pagina e redigere un piano editoriale che possa farti individuare il tuo target, i tuoi obiettivi in modo da stanziare la giusta quantità di tempo e risorse per raggiungerli.

Inoltre, in questa fase operativa, dovrai, come già detto poco fa, continuare a solleticare ed incuriosire i tuoi fan con contenuti originali e di valore, usando toni positivi, sorprendendoli ogni giorno ma soprattutto rispondendo ai loro commenti (cosa che può togliere molto tempo) o, in caso di conversazioni più approfondite, rispondendo tramite messaggi privati ricordandoti di farlo entro breve. In questo modo gli farai capire che la comunicazione è attiva per entrambe le parti, utile ad instaurare un senso di fiducia ed appartenenza al tuo brand.

Puoi aggiungere a questa serie di cose anche delle dirette live, per eventi legati alla tua attività, come ad esempio la presentazione di nuovi prodotti o servizi, o per comunicare qualcosa in particolare.

Emergi

Ora che tutta la macchina è in moto bisogna farla conoscere il più possibile. Per far ciò, puoi:

  • Promuovere la tua pagina per aumentare i follower. Ora che la tua pagina è ricca di contenuti, promuovila aggiungendo un link sul tuo sito aziendale e nelle email così puoi aumentare i “mi piace” e i tuoi fan potranno seguirti facilmente.
  • Investi un piccolo budget in pubblcità. Se clicchi su “Metti in evidenza il post” potrai facilmente pianificare la tua campagna a pagamento, decidendo i costi, i tempi e il numero di persone da raggiungere. Vedrai che una volta aumentato il numero dei follower non avrai più bisogno di pagare!
  • Misura i tuoi risultati. Grazie alla funzione Insights puoi avere una panoramica completa sul successo dei tuoi post e capire quelli che evidentemente hanno qualcosa di sbagliato. Puoi così conoscere la copertura, il tipo d’interazione con la tua pagina e il numero delle visite. Questi dati sono sempre da tenere sotto controllo per capire come migliorare la tua strategia online.

Ottieni di più

Concludo la mia mini serie di consigli utili per Facebook sperando di averti dato l’aiuto necessario per impostare le prime fasi della tua campagna di marketing su questo social network. Gli argomenti da trattare o approfondire sono ancora tanti rispetto a quanto descritto qui, ma questo articolo rappresenta comunque un punto di riferimento per partire.

Se vuoi avere maggiori approfondimenti, puoi sempre contattarmi (info@manuelpieragostini.it) ed avere maggiori informazioni non solo su Facebook ma su tutto il mondo del web marketing.

Commenta

La tua email non verrà pubblicata